BACHECA

per utilizzare la bacheca è sufficiente
inviare una mail a:
info@cisiamo.org


Visita a Barbiana - Vicchio (FI) - link

Notizie



Cleo e la nera Luna



E' terribile quanto successo a Bruxelles, come lo è stato a Parigi, è una riflessione la mia che faccio a posteriori. Non nascondo che ho difficoltà a capire questa guerra, perchè di guerra si tratta, ce ne rendiamo conto quando abbiamo aspettato di vedercela vicino, davanti agli occhi, poteva essere Roma, Torino, ecc. piegati a contare i morti e feriti non tutti di nazionalità diverse. Abbiamo aspettato che arrivassero i "nostri" di morti, senza curarci troppo delle persone che quotidianamente muoiono nel resto del modo causati da interventi militari, dal commercio delle armi e dallo sfruttamento umano e ambientale con il sostegno morale ed economico ad un sistema imbevuto di violenza.
Lo shock e il dolore di queste città, colpiscono profondamente. La mia mente è andata anche a chi questo stato di angoscia la vive tutti i giorni. Penso alla Palestina, all'Africa subsahariana, ai siriani, ai kurdi, a chi infine prova a fuggire dai conflitti di questa guerra diffusa ed ha difficoltà a trovare solidarietà ed accoglienza.

Politica
Sono uscito dal Pd
... ritenevo che il Paese avesse bisogno di una guida politica forte e autorevole, ma ciò non si è avverato. Mi ero illuso di capire, pur non essendone contento, il partito che sosteneva il governo Monti, stando in maggioranza con Berlusconi e Casini. E’ stata una delusione, il risultato è stato positivo per le banche e un salasso per i cittadini meno abbienti e le piccole imprese, senza peraltro produrre alcuna legge di riforma: sulla giustizia, contro la corruzione, sulla scuola, sulla ricerca, sull’Università, sulla legge elettorale ecc. Questo grazie anche all’immobilismo in cui Berlusconi ha tenuto il Partito Democratico. Cosa abbiamo noi da spartire con certi personaggi e con il loro conflitto di interessi? Nulla! Noi siamo un’altra cosa ... leggi tutto

Con la morte di Don Andrea Gallo, abbiamo perso non solo un grande amico e compagno ma un maestro di vita per coerenza e rigore. Lui che ha sempre lottato per la difesa dei valori espressi dalla Resistenza e della Costituzione Italiana, sempre schierato dalla parte degli ultimi. Lo ricorderò con grande affetto e sono fiero di averlo conosciuto a Chivasso, il 25 febbraio 2011, in occasione di un incontro di Lezioni di politica. Sapeva trasmettere entusiasmo, ci sorprese tutti al termine dell'incontro, quando ci invitò ad intonare con lui «Bella ciao», sventolando la bandiera della pace.

 

AUSCHWITZ - "Arbeit Macht Frei", "Il lavoro rende liberi", c'è scritto sull'insegna in ferro battuto sul cancello dell'ex campo di sterminio divenuto teatro simbolo e monumento alla cattiveria degli uomini. Nel campo di concentramento non lontano da Cracovia morirono circa un milione di persone.
(dal blog il Cannocchiale)

 




Copyright © 2002 --- Technical Contact: Resò srl --- Construction and maintenance website: Vinicio Milani